Ultima modifica: 15 novembre 2012
Liceo Regina Elena > La scuola > Identità della scuola

Identità della scuola

     La storia del “Regina Elena” è lunga e colma di tutte le vicissitudini che hanno condotto la scuola italiana a configurare una sua identità, in particolare la trasformazione dell’originario “Magistrale” in Liceo Socio-psico-pedagogico/Scienze Sociali/Linguistico e, con l’ultima Riforma, in Liceo delle Scienze Umane/Economico Sociale/Linguistico.

     Dal 1916 ad oggi una costante ha caratterizzato il “volto” del “Regina Elena”: la capacità di essere nel territorio l’unica istituzione scolastica che prende a cuore la mission della formazione dei futuri docenti, formatori, educatori ed operatori della persona in tutti gli ambiti della vita sociale.

Si può affermare, senza tema di essere smentiti, che il “Regina Elena” è “la scuola delle scuole”, nel senso che, tutta la sua offerta formativa è protesa a:

  1. insegnare ad insegnare;
  2. educare a educare;
  3. formare a formare quegli studenti che in futuro avranno come orizzonte professionale precipuo la “cura della persona

 

     Pertanto è da ritenersi superato il pregiudizio istituzionale, e non solo, che vede il “Regina Elena” come una scuola esclusivamente per studenti di sesso femminile: la persona deve essere presa in carico, in tutte le sue dimensioni problematiche, indifferentemente, da altre persone di entrambi i sessi con le loro specificità umane e culturali, con la loro ricchezza di individui dotati di competenze richieste dai contesti nei quali si è chiamati ad operare.




Link vai su